Il tornado Cristiano Ronaldo

Il tornado Cristiano Ronaldo

Può la cessione di un calciatore in Spagna provocare un tornado in Italia?

L’effetto farfalla del trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juve si porta dietro numeri da capogiro, questo perché CR7 oltre ad essere un calciatore è un vero e proprio brand. Infatti, come sottolinea Repubblica, Cristiano Ronaldo è un affare che si autofinanzia, al punto che potrebbe esserci un ritorno degli investimenti in soli 4 anni, che coincidono con la durata del contratto del calciatore.

Il lavoro di personal branding di CR7 lo ha consacrato come atleta più seguito sui social media e un post vale all’incirca 500 mila euro.

Già a pochi giorni dall’annuncio ufficiale del trasferimento l’effetto è stato sorprendente: i vari social bianconeri sono cresciuti esponenzialmente a discapito dei blancos, che hanno visto un picco negativo dei follower. Ad oggi, possiamo parlare di circa 4 milioni di follower approdati sui canali juventini in seguito all’acquisto di CR7 e sicuramente l’effetto Ronaldo non si arresterà, almeno nel breve periodo.

Manca poco più di un mese all’avvio del campionato di Serie A e si potrà toccare con mano la magia di Ronaldo. Quanti di voi cercheranno di guardare in tv CR7 calcare i campi di tutta Italia? Quanti di voi andranno ad assistere a Frosinone-Juve pur vedere la stella del calcio giocare? E tutto questo, magari, muniti della famosa maglietta numero 7, che è andata a ruba negli store juventini, al punto di arrivare a una vendita al minuto nel solo Juventus Store al centro di Torino. Per non parlare del sito della Juve, preso dall’assalto negli ultimi giorni e portato in crash per le troppe visite.

Insomma, l’effetto Cristiano Ronaldo è indiscutibile! È un tornado che sprigiona potenza sui social, sulle vendite e sulla notorietà di brand… non resta che stare a guardare la magia di CR7.

Francesca Leone